lunedì 4 novembre 2013

Ex discoteca Maskò - Una volta qui era sempre festa...

Una volta qui era sempre festa. Una volta qui ti fermavi davanti alla porta e aspettavi in fila per entrare! E se c'era freddo pestavi i piedi. Però pensavi che valeva la pena perché dentro c'era un mondo fantastico che ti aspettava, pieno di belle ragazze e di bella musica e di divertimento! E pensavi che quella sera o quel pomeriggio sarebbe stata la volta buona. Poi magari tornavi a casa come eri partito ma era stato bello lo stesso. Una volta qui ci trovavi gli amici. Una volta qui facevi la fila con il buono consumazione in mano sperando che la barista vedesse prima te e ti servisse da bere. Una volta qui c'erano i deejay più famosi d'Italia che venivano a suonare. Una volta qui arrivavi in anticipo e c'era la pizzeria Cala di Volpe. Una volta qui arrivavi e vedevi quelli là dietro la vetrina di Radio Jam Fm. Un posto dove tu non potevi accedere. Una volta qui ci sono passate generazioni di giovani rodigini. Quando si chiamava Popsi. Quando si è chiamato Maskò. Perfino quando si è chiamato Jankie o Tiffany. Una volta. Adesso è tutto così .. buio e silenzioso. La dove c'era una città (che ballava)  adesso cresce l'erba. 
























(Sia chiaro, quando andiamo in questi posti è solo per fotografare, massimo rispetto per ciò che c'è dentro. Non importa che qualcuno sia passato prima e abbia fatto dei danni ...in questo caso addirittura c'è stato un incendio.  La prima regola dell'explorazione urbana è fotografare ma non toccare. Siamo entrati perché una porta era già aperta altrimenti non avremmo osato farlo. A portarci qui è stata solo l'emozione per vedere un posto che abbiamo amato da giovani e di cui sentiamo una grande nostalgia. Sappiamo che è una proprietà privata ma un po' è come se appartenesse a tutta la nostra città)  -  ® Ogni diritto è riservato per la pubblicazione è necessario chiedere il permesso dell'autore. -

17 commenti:

  1. Ero una di quelle che aspettavano in fila per entrare!!! Quante serate trascorse al Maskò!!! Quanta nostalgia di quei tempi andati.......ed ora quando ci passo davanti mi si stringe il cuore nel vedere in che stato è oggi.......ma se x un attimo chiudo gli occhi.....tutto torna com'era.....le luci, la musica, la folla di gente, il parcheggio strapieno di macchine.....ricordo persino l'odore che si sentiva in pista quando dalla consol mandavano quel fumo classico delle discoteche.....tutto ciò rimarrà per sempre nei miei più bei ricordi!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Marina, grazie per il commento, magari ci saremo incrociati qualche volta chi lo sa?? Comunque è davvero triste vederlo in questo stato non sembra neanche più lo stesso posto, ho fatto un giro attorno alla pista... come si faceva allora...

    RispondiElimina
  3. E si fa tristezza io partivo da padova la domenica pomeriggio e pure il sabato sera. Mi son veramente divertito. Vicino da me pure lex angelo rasa e nelle stesse condizioni ma quando passo davanti a quesyi posti penso a quanto sono stato fortunato a vedere discoteche del genere dove il prive non esisteva tutta una pista immensa

    RispondiElimina
  4. Ciao!complimenti per il blog!mi piacciono molto i post dedicati all'urban Explorer!sono una grande appassionata del genere!io ho un blog dedicato alle discoteche-mito degli anni 90 che al giorno d'oggi purtroppo versano in stato d'abbandono..tra cui c'è anche il maskò!..se ti va di dare un'occhiata il link è memoriesonadancefloor.blogspot.it..complimenti ancora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!! Si l'avevo visto il tuo blog! E' molto bello complimenti!!! Sei bravissima!! Grazie per la visita e per i complimenti!! ;-)

      Elimina
    2. Grazie mille!:)sono bellissime le tue foto!anche a me sarebbe piaciuto un sacco fotografare qualche particolare all'interno,ma non mi sono fidata ad entrare,troppo buio,non ho avuto il coraggio!ancora complimenti!

      Elimina
    3. Grazie!!! Si eravamo in due ci si fa più coraggio... meglio andare in compagnia in questi posti :-) Dentro è veramente buio. Beh se decidi di tornare facci sapere.

      Elimina
    4. " My city in ruin" Bruce Springsteen!!!
      L'essenza di Rovigo la si può oramai vedere da questo specchio. Che tristezza

      Elimina
  5. C`era una volta il Masko`...ora sembra l`ambientazione perfetta per un film di Dario Argento. Ricordo le fila di auto per entrare, il parcheggio pieno e la strada costeggiata dalle auto, le corriere colme di ragazzi con l`entusiasmo negli occhi...resteranno ricordi...

    RispondiElimina
  6. Cominciai a frequentare il Maskò nel Novembre del 1998 e non ne sono più uscito fino alla chiusura nel 2003. Troppi ricordi, troppe emozioni. E che squadra: dai Dj Nicola Rosselli, Dr. Mike, Eddy, Sunny e Silver ai vocalist Alessandro Amadelli e Michele Bertarelli passando per il Bingo Musicale e i balli di gruppo di Alfonso e senza dimenticare lo staff intero che tante volte ci ha fatto le liste. Ricordo la postazione radio che era un modo per rimanere in contatto con quel mondo quando non si andava a ballare; ricordo le famose domeniche delle donne che già alle 22.30 si rischiava di fare la fila per entrare; il privè Mivida dove si ballava la house e i latino-americani; poi l'ex postazione radio fu per un periodo Blu privè (ci ho fatto un compleanno). Ancora oggi, quando andiamo a Rovigo, appena passato il ponte a Santa Maria Maddalena, ci ripetiamo la stessa frase: "Sembra ieri sera l'ultima volta che ci siamo stati. Il tempo è come se riavvolgesse il nastro dei ricordi e ci proiettasse agli anni d'oro". Segno che quegli anni sono stati vissuti intensamente. Ora, passandoci davanti, in macchina rimaniamo tutti i silenzio, quasi a onorare un eroe di guerra. E ancora adesso, ogni tanto, ci fermiamo a Bosaro agli "Antichi sapori" da Oscar (poco dopo la pizzeria Las Vegas) a ricordare quelle sere quando, prima di entrare, ci fermavamo a prendere qualcosa. Ora vive tutto indelebile nei miei ricordi, grazie anche alle foto e i video fatti ai vari compleanni e capodanni. Sempre e comunque Maskò...posso vantarmi di dire "Io c'ero".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Emanuele per essere passato e per avere lasciato la tua bella e preziosa testimonianza. Magari ci saremo incrociati qualche volta.... un saluto cordiale.

      Elimina
    2. Ci saremo incrociati migliaia di volte, al bar a toglierci la sete come in pista a ballare le nostre canzoni preferite. Tantissimi saluti anche a te.

      Elimina
  7. a volte il futuro è peggio del pessato!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Ciao anche io ci sono stato ai tempi che si chiamava pospy e masko ,se le trovo ci metto delle foto di quei tempi ,giusto x ricordare come era bello allora, ma è la stessa storia di tante altre discoteche: Angelo Rosa (Tuca Tuca ) Arena di Solesino, Adelaide (Sky Lab) e un po di noi se ne è andato con loro.

    RispondiElimina

    RispondiElimina
  10. Discoteca indimenticabile .... bei momenti davvero. Che peccato vederla ridotta cosi' e che non esista piu'...i bei ricordi comunque rimangono.

    RispondiElimina

Menu - Pages